Perché le scommesse sono una tentazione

Capita sempre più di frequente di vedere bar, tabacchi e sale da gioco colme di persone in attesa di fare la loro puntata: che siano partite di calcio, di tennis, gratta e vinci o numeri del lotto, il comune denominatore per tutte queste attività è la scommessa, che in molti casi passa da tentazione a bisogno patologico.

Le motivazioni che rendono le scommesse una delle maggiori tentazioni del nuovo millennio si trovano proprio nella natura delle stesse: infatti la varietà delle risposte offerte dal gioco riesce a sedurre un folto gruppo eterogeneo, con bisogni e motivazioni altrettanto diversi.

Le scommesse sono anzitutto un modo per procurarsi qual particolare piacere legato al brivido dell’incognita e all’atavica spinta umana a sfidare il destino. La sensazione di incertezza, quindi, i rischi e l’adrenalina che sale: un modo per ritagliarsi un momento intenso e di evasione dalla monotonia della quotidianità.

In secondo luogo le scommesse attraggono perché fanno l’occhiolino al bisogno economico: guardare i migliori siti di scommesse sperando poi in una piccola vincita per pagare la rata della macchina, in una grossa somma che possa cambiare la vita, che sia avidità, la tentazione dei soldi facili si è reincarnata nelle scommesse. In questo modo si alimenta la speranza di risolvere un debito, di fare un regalo, di potersi concedere qualche sfizio, specialmente se con le prime scommesse si ottengono importanti vincite.

Un altro aspetto legato alla voglia di vincere vede come protagonista non il denaro quanto la vittoria in sé. Sentirsi invincibili e superiori agli altri giocatori, dimostrare a se stessi e agli altri che si è più furbi, più bravi, più tattici nel mettere in atto strategie e schemi, sono tutte forti tentazioni per una larga parte di scommettitori che cede al tallone d’Achille di volere emergere dalla massa.

Va infine sottolineata la tentazione sociale legata al mondo delle scommesse: fare gruppo e stare in compagnia, seguire un amico che si proclama scommettitore professionista e racconta di come ha risollevato la sua situazione finanziaria, o ancora, specularmente, perché ci si sente soli e si cerca un ambiente in cui stringere legami sulla base della comune passione per il gioco d’azzardo.